ROMA

Officine Papage tra Liguria e Toscana, In città, spettacoli a Roma, evento in corso

[ad_1]

Il pubblico torna protagonista dell’evento teatrale anche sui social, incontrandosi e salutandosi in diretta come in un vero foyer: tante storie, tanti volti, una comunità.

La nuova idea di Officine Papage ‘buca’ lo spazio virtuale per riproporre, anche attraverso lo schermo, la centralità del dialogo e della contaminazione tra artisti e spettatori. La finestra globale del web permette così alla compagnia di regalare al suo pubblico un’anticipazione dell’edizione 2020 dei Festival che, nell’arco degli ultimi 10 anni, ne hanno decretato il successo nazionale: la rassegna ligure Nuove Terre – Le arti della scena e il Festival delle Colline Geotermiche toscane.

Venerdì 24 aprile ore 21.30 in scena PICCOLI ESERCIZI DI RESISTENZA – una nuova drammaturgia che unisce, attraverso la raccolta diretta di testimonianze e punti di vista diversi (di bambini, adulti e anziani del nostro oggi) il significato quotidiano della parola “resistenza” a quello che ricordiamo con la celebrazione della Giornata della Liberazione. Un confronto senza giudizio, per riflettere e fare in modo che l’azione del ricordare non sia passiva, ma attivi in noi forme di consapevolezza.

Sabato 2 maggio ore 21.30 in scena LE CITTÀ INVISIBILI – uno spettacolo dall’omonimo testo di Italo Calvino. Le città sono un insieme di desideri, di segni, d’un linguaggio. Le città sono luoghi di scambio, non solo scambio di merci, ma anche di parole, ricordi e desideri.

Venerdì 8 maggio ore 21.30 in scena DELITTI ESEMPLARI – Come sopravvivere in tempi di pandemia da Max Aub

Sofà Teatro si tinge di noir. Delitti esemplari sono quelli che quotidianamente si commettono e che Aub, trasportando la realtà nella surrealtà, dà per consumati: con lampeggiante fantasia, con davvero esemplare rapidità e leggerezza. Le antipatie, le insofferenze, gli insopportabili incontri della giornata di ognuno sfogati e liberati in confessioni immaginarie, in delitti senza castigo. Uno sguardo sarcastico e pungente sulle varie paranoie e frustrazioni della nostra società.

Partecipare è facile. Bastano lo schermo di un computer o di uno smartphone, una connessione internet e alcune semplici istruzioni, disponibili sul  sito: info, dove nei giorni successivi sarà possibile anche trovare brevi pillole in video degli spettacoli realizzati.

In questo momento storico inaspettato e difficile, la compagnia Officine Papage, che da anni propone sui territori liguri e toscani progetti teatrali di rilievo nazionale è al lavoro per capire come portare avanti idee positive, come mantenere vive e attive le relazioni della comunità attraverso gli strumenti e i linguaggi dell’arte. È nata così l’iniziativa “Sofà Teatro – Platee e foyer virtuali per spettacoli digitali”, ovvero la volontà di trasferire sulla rete i teatri (chiusi dai primi di marzo) utilizzando le nuove tecnologie per proporre spettacoli da vedere attraverso lo schermo del computer o dello smartphone. In queste performance (per la regia di Marco Pasquinucci) gli attori di Officine Papage si mescolano ai cittadini e alle cittadine in formazione dei laboratori teatrali gestiti dalla compagnia, che partecipano portando in scena la propria voce, il proprio volto. Il progetto diventa quindi anche uno strumento per ripensare e far proseguire – attraverso nuove forme e con le possibilità dell’oggi – attività già avviate e sostenute da molteplici enti pubblici e privati (laboratori di teatro e cittadinanza e teatro educazione, incontri di approfondimento con artisti, stagioni teatrali e molti altri progetti speciali che trovano nelle modalità del “SoFà Teatro” una interessante alternativa di compimento o addirittura evoluzione. Ma il progetto è anche occasione per Officine Papage di riunire in platee allargate i propri molteplici pubblici, perché “SoFà Teatro” non guarda alle distanze, ma è spazio di incontro capace di superare ogni confine. Così i toscani dei territori dove la compagnia è Residenza Artistica, tra le province di Pisa e Grosseto, e i liguri dei comuni del capoluogo e delle baie del levante, dove la compagnia porta avanti da oltre 10 anni la sua attività, hanno la possibilità di incontrarsi, conoscersi, condividere l’esperienza del “fare” o del “vedere” teatro insieme.

Tutti sono invitati a far parte della platea virtuale. Si tratta di eventi in diretta, non registrati, che quindi intendono riproporre e valorizzare il legame speciale tra artisti e pubblico, fatto di compresenza. Nelle serate di spettacolo tutte le peculiarità del teatro sono riproposte: dal foglio di sala inviato agli spettatori con le informazioni sull’evento, al momento dell’accoglienza nel foyer, una sorta di anticamera nella quale spettatori e organizzatori possono salutarsi e prepararsi alla visione. Gli spettatori possono assistere gratuitamente, chiedendo agli organizzatori di essere inseriti in platea (l’accesso “in sala” è reso possibile attraverso un link che garantisce la connessione e la condivisione).

INFO

Per informazioni e prenotazioni contattare lo staff con le seguenti modalità: chiamare o mandare un messaggio whatsapp al numero 3714353780, oppure scrivere  una mail a: giulia@officinepapage.it o un messaggio sulla pagina Facebook Officine Papage, entro il giorno precedente la data di programmazione (ore 10.00-12.00 / ore 16.00-18.00). 

Tutti i dettagli su: info