UMBRIA

Museo, lo spazio della memoria

Con l’iniziativa Museo, spazio della memoria, la Galleria Nazionale dell’Umbria aderisce alla Biennale Arteinsieme 2019 e per il quinto anno consecutivo propone un innovativo progetto di inclusione sociale con incontri mensili caratterizzati da percorsi museali dedicati al benessere delle persone con disturbi lievi o moderati della memoria e atutti coloro che se ne prendono cura.
La prassi, consolidata da anni di risultati più che positivi, fa sì che i visitatori vengano accolti nel museo da personale debitamente formato che illustri dettagliatamente l’incontro, affinchè tutti possano sentirsi a proprio agio. Successivamente, le persone vengono accompagnate difronte alle opere d’arte accuratamente selezionate, per osservarle e incentivare in tal modo la conoscenza dei vari codici visuali.
L’adozione del metodo “Time Slips” di Anne Basting integrato dall’approcci “Approccio capacitante” di Pietro Vigorelli, consente di esplicitare le espressioni delle cosiddette competenze elementari dei visitatori con Alzheimer, favorendo una forma di convivenza sufficientemente felice tra queste e i propri familiari.
La fase successiva è dedicata ad un’attenta e delicata stimolazione cognitiva attraverso “passaggi comunicativi” che stimolino le persone anziane a raccontare le proprie riflessioni, emozioni e sensazioni. I visitatori, attraverso la narrazione, vengono portati a collegare brani di vita personale all’opera d’arte e a condividere con gli altri le proprie impressioni e considerazioni attraverso una libera conversazione nella quale nessuno commette errori e tutte le valutazioni espresse davanti ai capolavori diventano preziose.
Successivamente è prevista la restituzione di quanto emerso dagli interventi di tutti da parte di un assistente museale che “declama” fedelmente quanto detto permettendo a ciascuno di presentarsi con la propria diversità che viene accolta, custodita e difesa.
Prima dell’inizio del laboratorio e per non affaticare i partecipanti, viene offerta una piccola merenda che consente di conoscersi meglio, instaurare rapporti di amicizia e rendere decisamente più piacevole la visita al museo.
A conclusione, come di consueto, prima di accedere al LABORATORIO, viene consegnato a ciascuno dei visitatori un quaderno didattico (realizzato espressamente per ogni specifica tematica) sul quale potranno esprimersi liberamente e trovare frasi evocative tratte da testi letterari presenti nelle collezioni della Biblioteca d’Istituto.

Prenotazione obbligatoria: 075 58668418

Numero massimo: 20 partecipanti inclusi gli accompagnatori

CALENDARIO:
(ore 10.00-12.00)

dicembre: 6, 12
gennaio: 21
febbraio: 25
marzo: 10
aprile: 8
maggio: 5