ROMA

Canova, eterna bellezza, Museo di Roma Palazzo Braschi, visite guidate a Roma, evento in corso

[ad_1]

Nella splendida cornice di Palazzo Braschi si è aperta, a partire da ottobre scorso, una bellissima esposizione su uno degli artisti più noti e acclamati del neoclassicismo italiano: Antonio Canova.
Scultore raffinato e sensibile, Antonio Canova è stato, a partire dagli anni ’80 del 1700, uno dei protagonisti incontrastati della scena culturale romana, imponendosi nel mondo dell’arte e della cultura di quegli anni come il nuovo “Fidia”. Visitare le sale della mostra significa fare un tuffo nel passato e ripercorrere da vicino, attraverso disegni, gessi, terrecotte e marmi, la vita e la carriera di questo straordinario artista.
La mostra infatti indaga la figura di Antonio Canova a 360 gradi: dai suoi primi passi come giovane e curioso artista alla ricerca di antichità da studiare nella città eterna, ai contatti stretti con i maestri e i nomi più importante della cultura e della politica di quel periodo. Egli infatti non solo fu un acclamato scultore, ma divenne anche una figura di riferimento in un periodo particolarmente delicato della storia di Roma e delle opere d’arte in essa custodite. Nominato Sovrintendente alle Belle Arti da papa Pio VII Chiaramonti (1802), egli svolse un importante ruolo diplomatico teso al recupero di tutte quelle opere d’arte antica portate fuori dai confini della città eterna. Richiesto da nobili committenti stranieri e da Napoleone in persona, Antonio Canova incarnerà tra i due secoli l’ultima grande figura di artista classicamente inteso. Esperide è lieta di accompagnarvi lungo le sale della mostra per raccontarvi da vicino la sua storia e le sue opere