ROMA

Marcello Rosa & Filippo la Porta, Villa Celimontana, concerti a Roma, evento in corso



Il concerto consiste nella esecuzione dei brani (classici e composizioni originali)  e in alcuni brevi raccordi verbali tra l’uno e l’altro in cui si commenta la “voce” del dizionario e si citano opere letterarie ad essa legate: Scott Fitzgerald, Langston Hughes, futuristi, Céline, Boris Vian, Fenoglio, Pavese, Kerouac, Ginzsberg, Cortazar…

L’obiettivo è raccontare il jazz – genere fondato sulla libertà disciplinata dell’improvvisazione – da un punto di vista  particolare, attraverso scrittori e poeti del secolo scorso che ne sono stati in qualche modo contagiati.

Si tratta di un progetto nato qualche anno fa, anche se in forme lievemente diverse, ed è stato proposto due volte all’Auditorium di Roma, poi al Festival delle letterature di Salerno, al Festival di Letteratura di Civitanova Marche (Futurafestival), al Festival di Letteratura di Pescara (Fla), al Festival di Telese e in altre rassegne.

Line-up

Marcello Rosa, trombone e direzione musicale

Filippo La Porta, percussioni e voce narrante

Andrea Verlingieri, sax tenore

Stefano Lestini, piano

Steve Cantarano, contrabbasso

Luca Monaldi, batteria