ROMA

Rodolfo Laganà porta in scena “Toro Sedato”, Gianicolo, spettacoli a Roma, evento in corso



Dopo il successo di quest’inverno in teatro, Rodolfo Laganà porta in scena “Toro Sedato” un indiano metropolitano molto capitolino, che ironizza tra racconti, ricordi e immaginazioni sulla complessa disciplina del far finta di non capire per superare le difficoltà di tutti i giorni. 

“Quale italiano lavativo per vocazione e storia non ha mai fatto almeno una volta l’indiano? Ecco allora Toro Sedato indiano de Roma che invece de AUGH fa’ AO !!!!

A Roma abbiamo cominciato a fa’ l’indiani prima che li scoprissero l’indiani… perché indiani si nasce non si diventa e poi ci si specializza fino a farla diventare una vera e propria filosofia di vita. La filosofia del fare finta di non capire. Perché è proprio quando abbiamo capito bene che facciamo finta de non capi'”

Parola di Toro Sedato indiano de Roma, Augh! anzi… AO.

Breve Bio Rodolfo Laganà

Rodolfo Laganà inizia a frequentare il Laboratorio di esercitazioni sceniche di Gigi Proietti nel 1979 e in seguito fa le sue prime apparizioni in tv in qualità di comico. La sua attività principale è il teatro, dove debutta nel 1989 accanto a Massimo Ranieri in ‘Rinaldo in campo’ di Garinei e Giovannini al Sistina di Roma. La sua popolarità cresce grazie ad una serie di spettacoli da lui ideati e interpretati: ‘Gonne’, ‘Non solo gonne’, ‘Galà Laganà’, ‘Raccordo Anulare World Tour’ e ‘Rodolfo Laganà Show’. Nel 1994 partecipa anche a “Alleluja brava gente” di Garinei, accanto a Sabrina Ferilli e Massimo Ghini. Il debutto cinematografico avviene nel 1983 con “Sing Sing” di Sergio Corbucci, ma appare anche nei film “Magic Moments” (1984) di Luciano Odorisio, “I Fobici” (1999) di Giancarlo Scarchilli e “Febbre da cavallo – La mandrakata” (2002), di Carlo Vanzina. Prosegue la sua carriera con tanti altri spettacoli ricordiamo “Avanza Smaranza”,”Il malato immaginario”,”Geneticamente Mortificato”,”Se non fossi già confuso mi confonderei”,”Campo de Fiori” e tanti altri ancora.