ROMA

I Bambini e Art City 2019, Castel Sant’Angelo, bambini a Roma, evento in corso



Nell’ambito di ArtCity con il sostegno del Polo Museale del Lazio – Palazzo Venezia diretto da Edith Gabrielli, per il secondo anno consecutivo Casa dello Spettatore, l’associazione che si occupa di formazione del pubblico ed educazione alla visione, curerà il progetto “I Bambini e ArtCity”.

Un evento dedicato alle bambine e ai bambini dai 3 ai 10 anni e alle loro famiglie che propone una modalità innovativa per vivere il patrimonio storico, artistico e architettonico del Polo Museale del Lazio attraverso l?incontro con le arti sceniche.

A differenza della scorsa edizione, che ha visto coinvolti sette siti culturali (5 nel Lazio e 2 a Roma) tra cui, Villa Lante a Bagnaia, il Museo Boncompagni Ludovisi per le Arti Decorative il Costume e la Moda dei secoli XIX e XX a Roma, il Museo delle Navi Romane a Nemi, il Museo Archeologico Nazionale di Tarquinia, l’Abbazia Greca di San Nilo a Grottaferrata e Palazzo Farnese a Caprarola, quest’anno, l’attenzione si è voluta mantenere su un’unica meraviglia che la Città di Roma ha il privilegio di vantare: il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo.

Si svolgeranno, quindi, sette appuntamenti, tutti diversi tra loro e in grado di far scoprire, di volta in volta, nuovi squarci e nuove angolazioni di un sito di rilevante interesse culturale, non a caso, considerato al contempo monumento, area archeologica e museo.

Ogni appuntamento prevede due percorsi di visita in contemporanea: uno pensato per le bambine e i bambini e uno dedicato agli adulti; entrambi i gruppi vivranno la loro attività di accompagnamento alla visione, sia del sito che dello spettacolo, al termine della quale, si uniranno nella suggestiva cornice del cortile Alessandro VI per assistere allo spettacolo che andrà in scena.

Durante i sette appuntamenti, si accoglierà il pubblico due ore prima dell’inizio dello spettacolo per un viaggio ludico- educativo che accompagnerà gli spettatori- visitatori in un’esperienza complessiva dello sguardo mettendo in dialogo museo e teatro.

Per ogni appuntamento è prevista, infatti, una particolare attività di accompagnamento alla visita e di introduzione allo spettacolo: tempi e pause da concedere allo sguardo in una didattica della visione pensata come occasione di crescita condivisa e di educazione partecipata.

Sette modi diversi per visitare e conoscere il Museo Nazionale di Castel Sant?Angelo e sette spettacoli indirizzati alle nuove generazioni: un modo unico quest’estate per stare insieme in famiglia!

PROGRAMMA

ore 18.00: inizio percorsi

ore 20.00: spettacolo

14 luglio 2019

PINOCCHIATA

Compagnia Teatri d’Imbarco

adattamento e regia Patrizia Mazzoni

con Isabella Quaia

dai 4 anni

Pinocchiata invita i piccoli ad assaporare una “gustosa” prima lettura del libro e risveglia nei grandi il desiderio di rileggerlo. In Pinocchiata lo spettatore si trova inglobato nello spazio scenico, immerso nella geografia fantastica pinocchiesca. Ogni spettatore si sente un po’ Pinocchio, coinvolto in un viaggio sensoriale che si dipana attraverso luoghi, atmosfere, distanze e scansioni temporali, invettive verbali e sentenze proverbiali.

3 agosto 2019

STORIA TUTTA D’UN FIATO

Teatro Fontemaggiore

Tratto da “Narco degli Alidosi” di R. Piumini

testo di Roberto Piumini e Luca Radaelli

con Enrico De Meo, Emanuela Faraglia,

Giancarlo Vulpes

dai 4 anni

La storia del conte Narco, cavaliere valente, riverito, rispettato, temuto e apprezzato, ma con un piccolo grande “problema” che solo il mago Antolfo può guarire. Inizia così il viaggio avventuroso di Narco e Baldante, suo scudiere, fino a raggiungere Antolfo che svelerà loro le tre difficili prove da superare per far guarire il conte.

18 agosto 2019

L’ANATRA, LA MORTE E IL TULIPANO

Compagnia Tardito Rendina

Liberamente tratto da “Ente, Tod und Tulpe”

di Wolf Erlbruch

di Bruno Franceschini

coreografia e interpretazione Aldo Rendina e Federica Tardito

dai 7 anni

Era da un po’ che l’anatra aveva una strana sensazione. «Chi sei? E perché mi segui tutto il tempo?» La strana e inaspettata amicizia fra l’anatra e la morte narrata attraverso un linguaggio coreografico fatto di corpi, movimenti e voci. Un duetto stralunato, buffo e poetico che dialoga con un inusuale duo di fagotto e violoncello.

23 agosto 2019

IL SOFFIO DI SOFIA

CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia

di e con Desy Gialuz

musiche dal vivo Michele Budai

dai 3 ai 6 anni

Cosa potrebbe accadere se una mattina tutti i mulini si fermassero? È quello che succede qui, dove le macchine perfette rendono tutto uguale. I mulini si fermano ma il vento no, lui rimane, in attesa. Sofia, una piccola sarta, non si arrende alle macchine, continua a sognare e nel silenzio della notte incontra il Gigante Solitario, che le ricorda l’importanza dei sogni e del desiderio di realizzarli.

24 agosto 2019

RANA RANA!

Teatro del rimbalzo

di e con Ombretta Zaglio

Pietro Ariotti: fisarmonica

Stanislav Kotovski: clarino

dai 5 anni

Come farsi amare da una rana? Cosa succede se insieme alle pere si raccoglie una bambina? Perché è meglio, a volte, non schiacciare una biscia e starla invece ad ascoltare? Come fu che un famoso ladro sposò la figlia di un re? Nel racconto di Ombretta Zaglio le più belle e antiche fiabe della tradizione italiana vanno in scena accompagnate dalla magia della musica dal vivo e del canto.

1 settembre 2019

RACCONTI DAL BOSCO

Zaches Teatro

di Luana Gramegna

con Enrica Zampetti

scene di Francesco Givone

musiche di Stefano Ciardi

dai 4 anni

Tra racconto e lettura, uno spettacolo per bambini e adulti legato al motivo del bosco come luogo in cui ci si smarrisce e si va con coraggio alla ricerca di se stessi. Un mondo sonoro che consente un’ampia risonanza interiore e in cui l’immaginazione prende per ognuno forme distinte. Si entra in uno spazio intimo e suggestivo e si viene accompagnati in un racconto di cui le parole sono solo una parte.

8 settembre 2019

CARO ORCO

Cà Luogo d’Arte / compagnia rodisio

di Manuela Capece e Davide Doro

con Maurizio Bercini

collaborazione artistica Marina Allegri

dai 3 anni

L?orco è necessario. Dobbiamo avere il coraggio di ammetterlo. L?orco è come la notte, che è bellissima, il problema è che fa paura. Ma anche la paura è necessaria. L?orco ti racconterà di tutte le meraviglie di un mondo fantastico. L?orco ti farà battere il cuore. Ma devi andargli vicino, molto vicino, tanto da prendergli la mano. L?orco è una storia a lieto fine.