ROMA

Not here not now di Andrea Cosentino, AP Teatro – Accademia popolare dei diritti e dell’antimafia, spettacoli a Roma, evento in corso



Andrea Cosentino, Premio Speciale Ubu 2018 “per la sua lunga opera di decostruzione dei linguaggi televisivi attraverso la clownerie”, chiuderà la seconda stagione di ÀP Teatro con uno dei suoi cavalli di battaglia. Un incontro/scontro da teatranti con la body art, il lazzo del clown che gioca con il martirio del corpo come testimonianza estrema. Il resoconto di un’esperienza attiva con Marina Abramovic, sotto forma di dramoletto polifonico. Un assolo da stand up comedian per spettatori fatalmente passivi e programmaticamente maltrattati, con pupazzi parrucche martelli di gomma e nasi finti. E ketchup, naturalmente. Abramovic dice: il teatro, il cinema, l’arte sono limitate, essere spettatori non è un’esperienza. L’esperienza bisogna viverla. “Theatre is very simple: in theatre a knife is fake and the blood is ketchup. In performance art a knife is a knife and ketchup is blood.”

NOT HERE NOT NOW andrà in scena il 16 maggio, alle ore 21, sul palcoscenico di ÀP Teatro: il teatro dell’Accademia Popolare dell’antimafia e dei diritti di Via Contardo Ferrini, 83 a Cinecittà-Don Bosco.

>>Si conclude, dunque, così la stagione di ÀP Teatro. Frutto della collaborazione tra Associazione antimafie daSud – realtà capofila del progetto ÀP per il contrasto della dispersione scolastica e per il rilancio della periferia – e Compagnia Ragli, ÀP Teatro ha aperto i battenti un anno fa con una primissima stagione teatrale che, in via del tutto sperimentale, ha visto una scuola di periferia aprirsi alla città e trasformarsi in un palcoscenico capace di ospitare importanti e originali progetti artistici, in grado a loro volta di attrarre nomi importanti (uno su tutti, Roberto Latini) e un pubblico variegato, grazie a una proposta culturale di qualità e accessibile a tutti.

Una scommessa che quest’anno punta a fare di più, avendo raddoppiato gli spettacoli in cartellone ed essendosi arricchita di un premio a sostegno della produzione artistica teatrale che ruota attorno ai temi della memoria, dei diritti, della giustizia sociale e della lotta alle mafie: il Premio Mauro Rostagno, dal 10 al 13 aprile ad ÀP.

NOT HERE NOT NOW 

di e con Andrea Cosentino

regia Andrea Virgilio Franceschi 

video Tommaso Abatescianni 

produzione  ALDES / AKROAMA 

“Cosentino è un intellettuale della scena, un cabarettista sui generis, scanzonato, ferocemente autocritico, dada, lucidissimo nell’attraversare parodicamente generi e stili…

Con arguta irriverenza, Andrea Cosentino teatralizza la confusione e la supponenza diffusa, mette alla berlina usi e (s)costumi dell’Artista con la A maiuscola, parodiando anche se stesso…

Cosentino sa il fatto suo, ovviamente: questo è cabaret per intenditori”

Andrea Porcheddu