ROMA

La Basilica di San Clemente e i suoi sotterranei, Basilica di San Clemente, visite guidate a Roma, evento in corso



La Basilica di San Clemente è uno dei tesori di Roma. Situata a circa 300 metri dal Colosseo conserva una straordinaria sequenza stratigrafica di differenti strutture architettoniche che si sono sovrapposte dal I secolo d.C al XII, le quali consentono di apprezzare la difficile transizione tra il paganesimo e il Cristianesimo. Al livello più basso, a circa 14 metri di profondità, si trovano i resti di due edifici di epoca imperiale.
Un grande edificio pubblico, probabilmente la Zecca qui trasferita dai Flavi, e un edificio, parzialmente scavato, sul quale venne ricavato alla fine del II secolo un Mitreo. Alla fine del IV secolo su queste strutture ormai dismesse e interrate, fu costruita una chiesa dedicata a San Clemente.
La Basilica paleocristiana, che si trova al livello intermedio del complesso, conserva degli splendidi affreschi tra cui la celebre Messa di san Clemente. Nonostante gli interventi di consolidamento eseguiti nel corso dei secoli successivi abbiano modificato in parte l’originaria struttura, l’antica chiesa conserva un fascino straordinario, che accoglie il visitatore in un’atmosfera di mistico raccoglimento.
La chiesa rimase in uso fino agli del XII secolo, quando, a causa del pessimo stato di conservazione, fu interrata per sostenere la nuova basilica voluta da Papa Pasquale II. A questo intervento si deve il mosaico della conca absidale, un gioiello artistico straordinario e allo stesso tempo uno sfavillante documento della cristianità, pregno di una simbologia che affonda le radici nella tradizione paleocristiana elaborata con tratti assolutamente originali.