UMBRIA

Letture in Cornice at Galleria Nazionale dell’Umbria, Perugia

La Galleria Nazionale dell’Umbria e la Presidenza regionale Fai Umbria rinnovano la collaborazione anche per il 2019 proponendo una nuova edizione di “Letture in cornice”, quattro appuntamenti di reading letterari che intendono avvicinare il pubblico alla conoscenza del ricco patrimonio culturale del nostro museo, coniugando la narrazione storico-artistica di opere della nostra collezione con la lettura di suggestioni narrative a queste connesse.
Alla descrizione artistica di alcune opere conservate in Galleria, sarà affiancata la lettura di una selezione di brani operata da Alberto Mori, da sempre animatore della vita culturale perugina, interpretati da cittadini e affezionati che potrete scoprire partecipando agli eventi.
All’incontro che avrà luogo presso l’Aula Didattica del 3° piano della Galleria Nazionale dell’Umbria, seguirà una visita ad una delle opere in argomento.

Calendario degli incontri

27 marzo ore 17.30
Il quarto patrono
Ai tre canonici patroni della città di Perugia (Costanzo, Ercolano, Lorenzo) va aggiunto San Lodovico di Tolosa, patronus politicus (in riferimento al rapporto di protezione con gli Angiò), le cui storie sono affrescate nella Cappella dei Priori da Benedetto Bonfigli. Di San Ludovico d’Angiò, che per fede, rinuncia a diventare re e si fa francescano, sono narrati i miracoli, come quello di Marsiglia, rappresentata con l’aspetto di Perugia.

17 aprile ore 17.30
Nobili committenze
Le committenze nobiliari, laiche e religiose, di alcune opere, sia dipinti, sia sculture, della Galleria: I Graziani (scultura con arme di Matteo Pietro Graziani), i Guidalotti (Pala della Sapienza Nuova), i Narducci (“San Sebastiano” di Sante di Apollonio del Celandro) e i Baglioni (affresco di Uomo d’arme di Domenico Veneziano).

15 maggio ore 17.30
Dar da bere agli assetati
Uno scorcio della Perugia medievale attraverso le quattro statue che facevano parte della Fontana a pie’ di piazza, realizzata da Arnolfo di Cambio nel 1282 e smantellata già vent’anni dopo, conservate nello spettacolare salone d’ingresso della Galleria Nazionale dell’Umbria. Lo scultore toscano, con acuta e sensibile attenzione al vero e alle realtà umane più fragili, riuscì ad animare la cosiddetta Fontana Minore di una varia e dolente umanità, di personaggi che rappresentano il popolo più bisognoso delle cure dell’amministrazione comunale.

19 giugno ore 17.30
Rob Smeets, un amico di Perugia
L’attività del celebre gallerista e collecteur olandese scomparso nel 2014 che di Perugia aveva fatto il suo buen retiro, trasformando lo storico complesso dei Gerosolimitani in un suggestivo tempio dell’Arte. Uomo colto e sensibile, è stato sempre un grande estimatore della Galleria Nazionale dell’Umbria: suo figlio Paul ha affidato temporaneamente proprio a questo museo l’opera del pittore caravaggesco Giusto Fiammingo Fuga del Giovane Nudo, che il padre aveva esposto nella indimenticabile mostra “Parlare con Dio”, da lui stesso curata e allestita nel 2009 presso la Galleria dei Gerosolimitani.

Gli eventi sono ad accesso libero è necessario ritirare il tagliando gratuito presso la biglietteria del museo.