ROMA

ingresso a pagamento per la Sagra dell’Uva, biglietti da 3 a 6 euro


MARINO: grande novità di quest’anno è l’ingresso a pagamento per una delle sagre più famose d’Italia. Ecco i dettagli.

La giunta comunale di Marino ha determinato il Piano tariffario per l’accesso alla 94^ edizione della Sagra dell’Uva. La grande novità di quest’anno è proprio l’ingresso a pagamento per una delle sagre più famose d’Italia.

L’ingresso a pagamento è valido solo per la giornata di domenica di 7 ottobre con 5 biglietterie attive aperte dalle 8.30 del mattino fino alle 18.  Per i non residenti il ticket per l’accesso è di € 3,00 e comprende la visita gratuita al Museo civico “Umberto Mastroianni”, al Museo del Vino, al Museo del Bottaio, al Museo del carretto a vino e alle grotte sotterranee.

In alternativa pagando un ticket di € 6,00 si ha diritto all’accesso e una degustazione guidata con il percorso enogastronomico di Piazza S. Barnaba. Si intendono esentati dal pagamento d’ingresso i minori di anni 12, i diversamente abili e relativo accompagnatore; per i Gruppi sono previste 15 gratuità ogni 40 biglietti acquistati online.

Per i residenti nei giorni 6, 7 e 8 ottobre e per i non residenti nei giorni 6 e 8 ottobre 2018 limitatamente al solo accesso al percorso enogastronomico di Piazza S. Barnaba, con degustazione guidata a cura dell’Associazione Green Mind – Il Bene Comune della Terra, è previsto un biglietto di € 5,00.

Le biglietterie saranno posizionate a Corso V. Colonna – angolo Via del Crocifisso, Via Garibaldi – altezza piazzale degli Eroi, Via A. Fratti – Via Ferentum, Via Borgo Stazione, Via C. Colizza – angolo piazza Garibaldi.  I biglietti potranno essere acquistati anche on line sulla piattaforma I TiCket. Per chi acquista i biglietti di ingresso sul web saranno riservati percorsi preferenziali di ingresso.

“In queste ore, l’ammininistrazione comunale di Marino ha confermato che la Sagra dell’Uva sarà a pagamento, istituendo un piano tariffario per l’ingresso che va dai 3 ai 6 euro. Si tratta di una assoluta novità, che non condividiamo anzi lo reputiamo un provvedimento iniquo, fuori luogo e che crea cittadini di serie A e cittadini di serie B. Evidentemente, nell’incapacità di poter assicurare il rispetto della sicurezza della comunità, il governo locale pensa di fare selezione all’ingresso. Alla luce di tutto questo, la nostra associazione chiede risposte chiare al sindaco di Marino: chi è che si occuperà della bigliettazione della Sagra dell’Uva? E’ stato fatto un avviso pubblico per l’affidamento di questo servizio? Come saranno reinvestiti i soldi pubblici, prevenienti dal ticket? E’ necessario fare subito chiarezza, i cittadini vogliono trasparenza amministrativa. In caso di reiterato silenzio istituzionale, siamo pronti a depositare un esposto alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica”. Così, in una nota, il presidente nazionale di Assotutela, Michel Emi Maritato, l’avvocato di Assotutela, Pierpaolo Mari, e il coordinatore Assotutela Città di Grottaferrata e Marino, Lorenzo Di Biagio.