ROMA

Sagra del Ciammellocco,l’appuntamento per gli amanti della deliziosa ciambella


Sagra del Ciammellocco

La Sagra del ciammellocco di Cretone non lascia, anzi raddoppia! Già, perché ad affiancare quest’anno la deliziosa ciambella tipica sarà un’altra specialità come i longarini, un primo piatto semplice e gustoso. L’appuntamento è fissato dal 7 al 9 settembre nel paese alle porte di Roma, famoso per le sue terme e per la gustosa frutta stagionale coltivata nelle sue campagne.

In un suggestivo percorso enogastronomico si potranno scoprire le delizie della cucina tradizionale, le proposte di street food e i migliori prodotti tipici locali, mentre 8 aziende vinicole provenienti da tutta Italia presenteranno le loro etichette; artigianato artistico, antichi mestieri, esibizioni medievali e sbandieratori faranno invece da divertente contorno alle degustazioni.

Programma

Sabato 7 Settembre

ore 17,00
Apertura stand gastronomico

ore 18,00
Apertura percorso enogastronomico per le vie del centro con intrattenimenti vari

ore 18,30
Dimostrazione e produzione del CIAMMELLOCCO

ore 19,30
Intrattenimento in piazza

ore 20,30
CENA SOTTO LE STELLE

ore 21,30
Orchestra spettacolo “ONDE SONORE”
Cabaret con MARCO TANA
Direttamente da Colorado Caffe’ e Zelig, LUCIANO LEMBO

Domenica 8 Settembre

ore 17,00
Apertura stand gastronomico

ore 18,00
Apertura percorso enogastronomico per le vie del centro con intrattenimenti vari

ore 18,30
Dimostrazione e produzione del CIAMMELLOCCO

ore 19,30
Intrattenimento in piazza

ore 20,30
CENA SOTTO LE STELLE

ore 21,30
Orchestra Spettacolo FRANCO DELUCA BAND

 

La Ricetta :

 

Il Ciammellocco di Cretone, particolarmente ricco di ingredienti, quali farina, lievito madre di antica produzione, anice, olio extravergine di oliva, vino bianco, buccia di limone grattugiato e spremuto, liquore di anisetta, mistrà, sale, lievito per dolci, uova), si caratterizza per una lievitazione naturale e piuttosto lunga. Occorrono circa due giorni per preparare il Ciammellocco di Cretone. Il Ciammellocco presenta la classica forma a ciambella, pasta friabile, colore interno giallastro e colore esterno dorato tendente al marrone scuro e sapore non particolarmente dolce in cui prevale il sentore di anice. La produzione avviene tutto l’anno e soprattutto durante le festività religiose (Natale, Pasqua, ecc) e pagane (matrimoni, battesimi, cresime, ecc); ideale se accompagnata da un buon bicchiere di vino.

 


 

Per aggiornamenti e informazioni, clicca QUI