ROMA

Conversazioni di archeologia, Museo Nazionale Romano – Palazzo Altemps, altri eventi a Roma, evento in corso



Prosegue il ciclo di conferenze Conversazioni ad Altemps. Il quarto appuntamento, fissato per l’11 aprile alle ore 17.00, vede come relatore Matilde De Angelis Ossat. Il titolo dell’incontro, Ulisse ed Euriclea, fa riferimento al rilievo esposto nel Museo di Palazzo Altempsin cui è raffigurato Ulisse.

Sebbene frammentario, dalla posizione del corpo come rappresentato e dagli elementi iconografici che lo caratterizzano, è possibile risalire a un famoso episodio dell’Odissea legato al ritorno dell’eroe a Itaca. La conferenza ripercorre lo studio attento del frammento che ha consentito diidentificare in questa immagine il momento in cui la vecchia nutrice Euriclea riconosce Ulisse, il quale – secondo il poema – la zittirà dicendole: “Taci! Nessun altro in casa lo sappia” (Odissea XIX,

486).

Questo quarto incontro rientra nel programma dei venti anni dall’apertura della sede di Palazzo Altemps (1997-2017). Il Museo Nazionale Romano ha organizzato, tra le altre iniziative, Conversazioni di archeologia, ciclo di conferenze con cadenza mensile, realizzato in collaborazione con Terra Italia Onlus (info). 

L’associazione si propone di svolgere attività nel campo dell’istruzione, della formazione e della tutela, promozione e valorizzazione delle cose d’interesse artistico e storico del mondo romano. Dal 2008 organizza anche cicli di conferenze sul mondo antico e sulla memoria dell’antico, già tenuti presso il Museo Nazionale Romano – sedi di Terme di Diocleziano e di Palazzo Altemps – e presso la Biblioteca

Vallicelliana. Gli appuntamenti hanno coinvolto docenti delle università, archeologi e storici dell’arte di musei e soprintendenze ottenendo grande successo e richiamando un pubblico numeroso.

Il Museo Nazionale Romano (museonazionaleromano.beniculturali.it), divenuto Istituto autonomo lo scorso anno e diretto da Daniela Porro, è stato creato presso le Terme di Diocleziano nel 1889 e inaugurato l’anno seguente. Inizialmente riuniva i reperti della città di Roma e del territorio datati tra V sec. a.C. e III sec. d.C. L’intero patrimonio del Museo è stato riorganizzato tra il 1995 e il 2001 nelle quattro sedi delle Terme di Diocleziano, Palazzo Altemps, Palazzo Massimo e Crypta Balbi. Quattro luoghi per scoprire la storia di Roma dai primi insediamenti nel Lazio agli splendori dell’età imperiale, dagli esempi di vita quotidiana nel tardo antico e nell’età medievale, fino alla passione rinascimentale per le antiche opere romane che ha portato alla nascita del collezionismo, oltre a ospitare grandi mostre, anche di arte moderna e contemporanea, in collaborazione con musei italiani e internazionali.

I prossimi incontri:

2 maggio 2018

Alessandra Ten (Sapienza – Università di Roma)

Iseo del Campo Marzio a partire dai frammenti di Palazzo Altemps.

Prendendo spunto dalla presenza a Palazzo Altemps di materiali provenienti dall’Iseo Campense, viene presentato uno studio, che, comparando le emergenze archeologiche sopravvissute e una serie di documenti storici e di archivio inediti riguardanti l’area interessata, riesamina in modo critico la tradizionale ricostruzione del contesto topografico antico per questo settore del Campo Marzio.

13 giugno 2018

Domenico Palombi (Sapienza – Università di Roma)

M. Claudius M. f. / consol / Hinnad cepit (CIL I2 608): Marcello e Cerere tra la Sicilia e Roma.

Il ricco dossier storico ed epigrafico relativo alla carriera e agli onori tributati a M. Claudio Marcello – cinque volte console e artefice di memorabili imprese militari – sollecita riflessioni sulle strategie autocelebrative in ambito urbano, nel momento della svolta mediterranea della politica imperialistica di Roma. La restituzione della dedica (CIL I2 608 perduta) di Marcello – appartenente ad una statua che faceva parte del bottino della presa di Enna (214 a.C.) – al suo contesto topografico urbano (l’area del Colle Oppio), consente di formulare alcune ipotesi sulla politica

religiosa del conquistatore di Siracusa: in relazione alla valorizzazione del culto di Cerere a Roma; sul significato e il destino dell’eccezionale preda bellica che accompagnò la conquista della Sicilia.

SCHEDA INFORMATIVA

Sede Roma, Museo Nazionale Romano

Palazzo Altemps

Piazza di S. Apollinare 46

info

Museo Nazionale Romano

Direttore Daniela Porro

Mostra in corso Citazioni pratiche

Fornasetti a Palazzo Altemps