UMBRIA

Razionalmente non percorribile – Mostra di Rita Albertini at Maramao pane e vin, Perugia

#Razionalmentenonpercorribile
Mostra di dipinti di Rita Albertini
Presentazione di Claudia Bottini
16 febbraio – 23 marzo 2018

La sua opera, disegna forme, oggetti, stanze, esseri antropomorfi, animali, espressione della sua sensibilità personale, differente e originale da ogni altra. Rita colorerà le pareti del Maramao con il suo mondo fatto di uomini gatto, soldati rivoluzionai con i tacchi, coccodrilli.
“Per lei la #pittura è un’esigenza più che una vocazione, i fantastici #mostri che raffigura nelle tele forse sono in tutti noi. I #diavoli, gli #angeli, le #paure, i terrori riaffiorano dall’inconscio e mettono in evidenza l’altra medaglia di noi stessi”, così parlava di lei il Maestro Bruno Orfei nel 1992, uno dei primi a tenerla a “bottega”.
Di certo l’opera di Rita Albertini non è #razionale…da qui il titolo della mostra che riprende il testo di Gustavo Cuccini del 1993, scritto all’inizio della carriera dell’artista: “La #pittura di Rita Albertini è un #universo emotivamente indecifrabile e razionalmente non percorribile”.
#Immagini presenti anche nei #sogni, che conservano la loro carica fantastica e fiabesca anche nei titoli: Fiato ansioso di coccodrillo rapito, La gobba e la borsa, il Suonatore di radio. La pittura quasi infantile, diventa via d’accesso alla conoscenza dell’#inconscio e alla rappresentazione simbolica della sua interiorità. Forme primordiali o “#archetipi, che si ripetono nel corso della storia, ogni qualvolta la fantasia creatrice si esercita liberamente”, scriveva #Jung in Il problema dell’inconscio nella psicologia moderna.
Al Maramao sarà esposta un piccola antologica della #fantasiacreatrice” dell’artista, con alcune delle opere degli ultimi venti anni.

Biografia
Rita Albertini nasce a Perugia, si laurea in Medicina e Chirurgia. Dal 1986 inizia a frequentare l’Accademia di Belle Arti di Perugia, Scuola Libera del Nudo, sotto la guida del Maestro Bruno Orfei. Tra le principali mostre personali: Lissone (MI), Open Art Cafè, Civita di Bagnoregio (VT), Palazzo Comunale, Gubbio, Palazzo dei Consoli, Sala degli Arconi Deruta, Freemocco’s House.
Nella sua città ha esposto: alla Sala degli Arconi, nell’ex Chiesa S. Maria della Misericordia, alla Rocca Paolina, alla Sala del Caminetto, presso la galleria IpsoArt’sGallery, nella Sala del Grifo e Leone, alla galleria Spazio Arte, galleria Il Gianicolo, alla Domus Volumnia, al CreditoCooperativoUmbro, Sala Carattoli e presso lo Spazio 121. Inoltre ha esposto in numerose mostre collettive a Perugia, Roma, Milano.
Nel 2005, presso l’Università per Stranieri di Perugia, Facoltà di Lingua e Cultura Italiana, è stata discussa la tesi di laurea “Rita Albertini Tra realtà, sogni e fantasia” dalla dott.ssa Marilena Scicchitano.

Informazioni
Fb @Maramao pane e vin
maramaoeventi | gmail ! com
tel. 075 372 0740

.