ROMA

La felicità inseguita: Schubert e il male di vivere, Auditorium Ennio Morricone, concerti a Roma, evento in corso

[ad_1]

“La felicità inseguita: Schubert e il male di vivere” è il titolo del concerto di mercoledì 21 febbraio alle 18 per la stagione concertistica di Roma Sinfonietta presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” (Auditorium “Ennio Morricone”, Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1).

Insieme al tenore Marcello Nardis e al pianista Antonello Maio, ne è protagonista Sandro Cappelletto, critico musicale del quotidiano “La Stampa”, già direttore artistico dell’Accademia Filarmonica Romana, librettista per vari compositori, autore di programmi radiofonici e televisivi per la Rai e di vari libri di argomento musicale. Proprio da uno di questi libri, “Da straniero inizio il cammino – Schubert, l’ultimo anno”, nasce questa conversazione-concerto, incentrata sugli ultimi mesi di Franz Schubert, un periodo di sofferenza e disperazione, che vide però la nascita di una serie impressionante di capolavori.

La narrazione di Cappelletto si alternerà all’esecuzione di musiche schubertiane, tratte dalle sue ultime Sonate per pianoforte e dalle sue due ultime raccolte di Lieder, i cui titoli indicano chiaramente lo spirito in cui Schubert le compose: Winterreise (Viaggio d’inverno) e Schwanengesang (Canto del cigno). Come afferma lo stesso Cappelletto quella di Schubert “è un’arte capace come nessuna di esprimere le nostre utopie e le nostre desolazioni nel divenire del tempo, del gusto e delle passioni”.

*****

I BRANI IN PROGRAMMA

Franz SCHUBERT:

Andantino dalla Sonata in la maggiore D 959

da Winterreise (Il viaggio d’inverno)

Gute Nacht (Buona notte)

Der greise Kopf (La testa grigia)

Der Wegweiser (Il segnale stradale)

Das Wirtshaus (La locanda)

Mut! (Coraggio)

Die Nebensonnen (I tre soli)

Der Leiermann (Il suonatore d’organetto)

Allegro moderato dalla Sonata in la maggiore D 664

da Schwanengesang (Il canto del cigno)

Am Meer (Sul mare)

Der Doppelgaenger (Il doppio)

Die Taubenpost (La colomba viaggiatrice)

[ad_2]

Source link